BEAUTY

SKINCARE COREANA – COS’E’ E COME FUNZIONA

21 aprile 2017
skincare coreana

SKINCARE COREANA – COS’E’ E COME FUNZIONA

Ciao ragazze, a grande richiesta oggi vi parlerò nello specifico della skincare coreana, ve lo avevo promesso ed eccomi qui pronta ad affrontare uno degli argomenti che mi ha maggiormente appassionata negli ultimi anni!

In questo articolo vi spiegherò come nasce questa tipologia di beauty routine, quali sono i suoi passaggi fondamentali e faremo insieme qualche considerazione in merito alla sua utilità.

Successivamente pubblicherò un secondo articolo sul tema, all’interno del quale vi suggerirò alcuni prodotti specifici per eseguire questa skincare e gli e-commerce migliori per poterli reperire.

Mettetevi comode, beviamoci insieme una tazza di tè (rigorosamente verde o matcha!) e cominciamo!

COME NASCE LA SKINCARE COREANA?

Scopriamo prima di tutto come nasce la skincare coreana, una tipologia di beauty routine diventata molto di moda negli ultimi anni, ma che in realtà viene eseguita da tempo immemore dalle popolazioni asiatiche.

La salute della pelle, l’organo più esteso del nostro corpo, per i coreani è molto importante. Uomini (ebbene si, anche loro!) e donne sono educati fin da piccoli a rispettare alcune regole di igiene e cura che preservano la bellezza e l’integrità di questo organo. Un vero rituale che si ripete per tutta la vita dell’individuo con calma e costanza. Per questo motivo la beauty routine coreana non deve diventare un obbligo ma un momento da riservare a noi stesse con piacere e divertimento.

Di norma la skincare coreana prevede 10 passaggi che, se eseguiti ogni giorno con costanza e dedizione, possono diventare il segreto per una pelle davvero meravigliosa. A rivelare questa sorta di decalogo miracoloso è stata per la prima volta la blogger ed esperta di estetica Charlotte Cho, californiana di nascita ma di origini coreane. Dalle sue radici asiatiche ha estrapolato questa routine di bellezza che da millenni preserva i volti di porcellana delle donne coreane, pubblicando il famoso libro “The Little Book of Skin Care“.

skincare coreana

Il libro è diventato in breve tempo un best seller e Charlotte è riuscita a convertire anche le indaffaratissime donne americane ai rituali corani. Non a caso l’autrice afferma: “Sono la dimostrazione vivente che la genetica non è sufficiente, perchè sono 100% coreana, ma la mia pelle era disastrosa prima che iniziassi a prendermene cura con la beauty routine tradizionale delle donne coreane”.

QUALI SONO GLI STEP DELLA ROUTINE COREANA?

Tradizionalmente si è soliti individuare 10 step fondamentali nella routine coreana, tuttavia questa tipologia di beauty routine può prevederne da un minimo di 7 ad un massimo di 14, a seconda della tipologia di pelle e del momento della giornata.

skincare coreana

skincare coreanaQuesto approccio alla skincare prevede infatti l’applicazione, in strati progressivi, di diversi prodotti cosmetici (partendo da quello con la texture più sottile e leggera fino ad arrivare a quello più ricco e corposo), assecondando le esigenze della propria pelle.

Vediamo nel dettaglio i 10 step classici!

STEP 1 – DETERSIONE A BASE D’OLIO

Per iniziare il trattamento della pelle nel modo giusto, è necessario eliminare il make up e le impurità. Per farlo le donne coreane preferiscono utilizzare un detergente a base d’olio (molto efficace anche con i prodotti waterproof), che sono solite applicare puro sulla pelle del viso e del collo utilizzando un dischetto di cotone. In un secondo momento aggiungono un po’ di acqua tiepida per emulsionare il prodotto e continuano a massaggiare.

STEP 2 – DETERSIONE A BASE D’ACQUA

La skincare routine coreana prevede una seconda fase di pulizia, stavolta con un detergente a base d’acqua che elimini ogni residuo di makeup e olio struccante. Si applica il prodotto con un dischetto di cotone e si continua a massaggiare aggiungendo un po’ di acqua tiepida.

STEP 3 – ESFOLIAZIONE

Quella dell’esfoliazione è una fase fondamentale di questo rituale: l’eliminazione delle cellule morte, infatti, assicura che i pori della pelle siano liberi e che tutti i prodotti applicati successivamente vengano assorbiti facilmente e in maniera efficace. Solitamente questo step viene eseguito 2 volte a settimana, attraverso scrub o peeling, per evitare di sollecitare la pelle in modo eccessivo.

STEP 4 – APPLICAZIONE DEL TONICO

Dopo la pulizia si passa al tonico, molto importante per bilanciare il ph della pelle e prepararla a ricevere i trattamenti successivi. Pensate alla vostra pelle come ad una spugna: è più difficile idratarla quando è completamente secca, giusto? Le coreane applicano il tonico vaporizzandolo direttamente sulla pelle ed eliminando l’eccesso con un dischetto di cotone, ma è possibile anche applicarlo direttamente con le mani, favorendone l’assorbimento picchiettandolo, con il classico movimento “tap tap” dei polpastrelli sulla pelle.

STEP 5 – APPLICAZIONE DELLA ESSENCE

L’essenza (dall’inglese “essence“) può essere considerata il cuore della skincare coreana. E’ un prodotto poco diffuso in Occidente, che si posiziona a metà fra il tonico ed il siero e aiuta l’idratazione e la riparazione cellulare, un ibrido molto amato dalle coreane per questa sua caratteristica multitasking. Si applica con le dita direttamente sulla pelle del viso picchiettando fino al completo assorbimento.

STEP 6 – APPLICAZIONE DEL SIERO/BOOSTER/AMPOULE

Questa fase dell’idratazione prevede l’utilizzo di sieri specifici, di booster o delle famose “ampoule” asiatiche, ovvero dei sieri super concentrati dalla texture piuttosto liquida (solitamente, infatti, sono contenute in boccette dotate di contagocce). Il prodotto da utilizzare deve essere scelto in base alle esigenze della propria pelle (antiage, purificante, energizzante, lenitivo) ed è possibile anche usarne diversi, uno per ciascuna zona del viso.

STEP 7 – MASCHERA IN TESSUTO

Un altro step irrinunciabile per le coreane è l’applicazione della maschera in tessuto, una tipologia di prodotto molto diffusa in Oriente, decisamente più comoda rispetto alle maschere cremose tradizionali. E’ una fase della skincare ma viene anche intesa come un momento di relax. Esistono maschere di stoffa per soddisfare ogni tipo di pelle e rispondere a qualsiasi necessità, in genere vengono applicate 2 volte alla settimana e vengono lasciate in posa per almeno 20 minuti.

STEP 8 – APPLICAZIONE DEL PRODOTTO PER IL CONTORNO OCCHI

Arriviamo finalmente all’applicazione della prima crema, quella specifica per la zona perioculare. Essendo qui la pelle più sensibile e delicata, è fondamentale utilizzare un prodotto in grado di apportare il giusto grado di idratazione per prevenire rughe e segni del tempo.

STEP 9 – APPLICAZIONE DELLA CREMA IDRATANTE

Ovviamente l’utilizzo di una crema idratante è fondamentale in qualsiasi beauty routine, si tratta solo di scegliere quella più adatta alle esigenze della propria pelle. Le donne coreane sono solite applicare il prodotto idratante 2 volte al giorno, e 1 volta alla settimana utilizzano le cosiddette “sleeping mask”, speciali maschere idratanti sotto forma di crema che possono restare in posa tutta la notte.

STEP 10 – APPLICAZIONE DELLA PROTEZIONE SOLARE

E’ l’ultimo step della skincare routine coreana (ovviamente quella diurna), ma certo non lo è in ordine di importanza. Le coreane applicano tutti i giorni, anche più volte al giorno, una crema con filtro solare per difendere la pelle dai raggi nocivi del sole, come sappiamo i raggi UV sono la prima causa di invecchiamento della pelle.

skincare coreana

Come abbiamo detto non è necessario eseguire tutti gli step, così come questi 10 passaggi possono non essere sufficienti per alcune tipologie di pelle. Ecco alcuni step ulteriori previsti dalla K-skincare:

  • dopo lo step n. 6, applicazione di un prodotto a base di AHA o BHA, cioè acidi esfolianti;
  • dopo lo step n. 9, applicazione di un olio per il viso, seguito dall’applicazione di una emulsione (un prodotto dalla texture leggera e di facile assorbimento, leggermente più consistente rispetto ad  un siero).

Diciamo che a prima vista l’esecuzione di una simile routine potrebbe sembrare eccessiva, tuttavia per quanto mi riguarda mi sono resa conto che -senza saperlo- eseguivo già praticamente tutti i 10 passaggi  previsti, eccezione fatta per la essence, una tipologia di prodotto che qui in Italia è davvero una rarità (ma ovviamente sono riuscita a reperirne qualcuna, coreana doc, ve ne parlerò presto!). Considerando che sono solita usarare due o tre volte alla settimana le maschere in tessuto e che applico uno scrub come minimo una volta alla settimana, direi che ci siamo quasi!

CONSIDERAZIONI FINALI

Viene spontaneo chiedersi: siamo noi occidentali ad essere troppo frettolose oppure sono le coreane ad essere esagerate? Non penso ci sia una risposta a questa domanda, semplicemente perchè -come vi dico sempre- ritengo sia importante fare quello che è meglio per la propria pelle.

Ciascuna di noi possiede una pelle diversa, che reagisce a modo suo all’applicazione dei prodotti più disparati. Quindi sta a noi cercare di individuare, procedendo per tentativi, quale sia la beauty routine che permette di trarre i maggiori benefici.

Sicuramente la skincare routine coreana prevede step fondamentali che anche le più pigre di noi non dovrebbero mai saltare: detersione profonda, esfoliazione regolare, idratazione, protezione solare.

Vi invito a riflettere anche su alcune considerazioni che ho letto sulla pagina Facebook di Oxana di PuraPelle (sito di cosmesi che amo moltissimo), proprio sul tema della skincare coreana:

  • La pelle delle donne caucasiche ha caratteristiche diverse da quella delle asiatiche. L’invecchiamento cutaneo, per le donne asiatiche, sopraggiunge più tardi rispetto alle loro coetanee europee ed anche il tipo di invecchiamento è differente:
    – le donne asiatiche subiscono un invecchiamentodi tipo “muscolare”, dove l’ipoderma (o il grasso sottocutaneo) ha uno spessore minore e l’ovale del viso rimane intatto, senza perdere definizione sui contorni, fino a tarda età. La loro pelle rimane a lungo liscia e le rughe si riscontrano in tarda età;
    – la pelle delle donne caucasiche è soggetta ad un tipo di invecchiamento che comporta molte linee sottili e rughe mimiche o atrofiche, oppure al cosiddetto invecchiamento deformante, per via del quale l’ovale del viso perde i suoi contorni; i primi segni di invecchiamento possono comparire abbastanza presto, già in giovane età. La pelle delle donne caucasiche, inoltre, è meno elastica.
    Quindi, uno dei segreti dell’eterna giovinezza delle donne asiatiche non sta tanto in una buona routine o nei cosmetici, quanto in una buona genetica. Semplicemente, le donne asiatiche invecchiano più tardi ed in modo differente.
  • Reazione della pelle nei confronti dei raggi UV. La pelle delle donne asiatiche è più sensibile ai raggi UV ed è più soggetta a squilibri della pigmentazione.
    Spesso l’avanzare dell’età si manifesta con la comparsa di macchie cutanee e la pelle (sotto l’effetto della melanina) acquisisce una sfumatura giallastra. Ecco perché in Asia la pelle bianca viene considerata – da sempre – il primo indice di bellezza. E se in Europa le mode possono cambiare passando dal pallore aristocratico ad una abbronzatura eccessiva, in Asia non ci sono i dubbi: la pelle deve essere bianca, sempre.
  • Predisposizione alla disidratazione. Un’altra particolarità della pelle asiatica sta nel fatto che, pur essendo più spessa e con pori più dilatati, la sua barriera lipidica è poco efficace e lo strato corneo contiene una minore quantità di NMF (Natural Moisturizing Factor) questo la porta a disidratarsi più facilmente.
  • Utilizzo di prodotti contenenti siliconi. L’amore delle coreane per la pelle bianca e candida va di pari passo con quello per la pelle liscia e perfetta, ed ecco quindi che tanti cosmetici e prodotti per il makeup coreani (come per esempio BB e CC Cream) contengono diversi tipi di siliconi. Evidentemente per le donne coreane questo non rappresenta alcun ostacolo, mentre non tutte le donne europee utilizzerebbero prodotti contenenti siliconi.

Questo è quanto, ragazze! Cosa ne pensate? Chi di voi si è appassionata come me ai prodotti coreani e a questa tipologia di skincare? Spero che questo articolo vi sia stato utile, ho cercato di essere il più esauriente possibile. Completerò questa panoramica nel prossimo approfondimento, all’interno del quale vi consiglierò prodotti specifici per ciascuno step, in modo tale da costruire una beauty routine da vere donne coreane!

You Might Also Like

29 Comments

  • Reply Paola 21 aprile 2017 at 14:02

    Sei la migliore, punto! Aspettavo con ansia queso articolo, non avevo idea di come fosse nata questa moda della skincare coreana, sai? Molto interessanti anche le riflessioni finali. Aspetto di leggere il proseguimento, voglio segnarmi tutti i prodotti necessari! :)

    • Reply the life of a bee 21 aprile 2017 at 19:57

      Ciao Paola, grazie, troppo buona! 😀 Mi fa proprio piacere che l’articolo ti sia piaciuto. Presto arriverà anche il secondo, devo finire di testare alcuni prodotti poi sarò pronta per perlarvene!

  • Reply Claudia R. 21 aprile 2017 at 14:04

    Articolo super interessante e approfondito, come sempre è un piacere leggerti! Ammetto che non mi ero mai soffermata troppo su questo argomento, sono curiosa di vedere quali saranno i prodotti che ci proporrai, voglio provare anche io a seguire ogni tanto questa routine coreana!

    • Reply the life of a bee 21 aprile 2017 at 19:58

      Ciao Claudia, trovo molto affascinante questo argomento, pur non eseguendo tutta la routine si possono trarre degli spunti interessanti per integrare la nostra routine quitidiana!

  • Reply Bea 21 aprile 2017 at 14:09

    Evviva!!! Non vedevo l’ora di leggere questo articolo, lo aspettavo da tanto! Ho capito tutto, in effetti anche io facevo già diversi passaggi, un buon 80%, non l’avrei mai detto…. siamo allora delle piccole coreane io e te! 😀

  • Reply Cristina 21 aprile 2017 at 14:45

    Mi salvo questa pagina tra i preferiti, voglio iniziare anche io ad usare i prodotti giusti per eseguire questi passaggi. Non saprei dove reperire la essence, però… qui da noi non esistono, non ne ho mai sentito parlare!

    • Reply the life of a bee 21 aprile 2017 at 20:00

      Ne sto provando giusto una in questo periodo, è di Benton e si può acquistare sul sito Mybeautyroutine.it, è italiano e ve ne parlerò presto (sia del prodotto che dell’e-commerce)!

  • Reply Giada G. 21 aprile 2017 at 17:26

    Grazie per averci accontentate, ero curiosissima di saperne di più! Non penso avrei la costanza di seguire tutti questi step, però ne faccio già diversi, sopratutto ho notato miglioramenti da quando uso quotidianamente il tonico e da quando faccio due volte a settimana lo scrub!

    • Reply the life of a bee 21 aprile 2017 at 20:00

      Si può sempre eseguire la routine completa nelle occasioni speciali oppure nel weekend quando di ha più tempo! :) Tonico e scrub sono fondamentali, fanno benissimo alla pelle, bravissima!

  • Reply Cinzia 21 aprile 2017 at 17:33

    In effetti sono tanti i passaggi, è anche vero però che scrub e maschera non per forza vanno fatti tutti i giorni, quindi in fin dei conti è fattibile! Inizierò a seguire questa routine nei weekend (magari il sabato e la domenica sera, quando ho più tempo), vediamo come va!

    • Reply the life of a bee 21 aprile 2017 at 20:01

      Esattamente, nessuno ci obbliga a seguire tutti gli step, anche perchè raramente se ne ha il tempo! Però ogni tanto si può fare, per regalarsi una coccola in più!

  • Reply Vanessa82 21 aprile 2017 at 19:07

    Questi coreani sono sempre all’avanguardia! L’essence è un tipo di prodotto che mi incuriosisce molto, mi piacerebbe provarne una.. anche per vedere la consistenza e come potrebbe funzionare insieme agli altri prodotti!

    • Reply the life of a bee 21 aprile 2017 at 20:02

      Presto vi parlerò di quella di Benton (si può acquistare sul sito italiano mybeautyroutine.it), è una via dimezzo tra un gel e un siero, si assorbe molto bene!

  • Reply Giuly 21 aprile 2017 at 19:47

    Sto iniziando ad appassionarmi anche io ai prodotti coreani, colpa tua!! Ho una bella wishlist già pronta, aspetto altre tue recensioni poi colpisco! 😀

    • Reply the life of a bee 21 aprile 2017 at 20:02

      Eh eh, sei entrata nel tunnel anche tu, quindi! Benvenuta!! 😀

  • Reply Elena van der Woodsen 22 aprile 2017 at 0:24

    Anche io inconsapevolmente seguo parzialmente la beauty routine coreana 😊
    Complimenti, bell’articolo!

    • Reply the life of a bee 23 aprile 2017 at 20:41

      Ciao Elena, grazie e benvenuta! :) Alla fine è una buona occasione per prendere spunti interessanti, non è obbligatorio eseguire tutti i passaggi! Un abbraccio!

  • Reply Bibi 22 aprile 2017 at 10:44

    Articolo interessantissimo e ben fatto, ma daltronde, da te non ci si può aspettare che un lavoro meraviglioso come questo! Mi é piaciuta moltissimo anche la parte della spiegazione finale, sulla differenza tra la pelle delle donne asiatiche e la nostra. L’unico punti della routine che un po’ mi lascia perplessa é l’applicazione della protezione solare dopo la crema idratante 🤔

    • Reply the life of a bee 23 aprile 2017 at 20:43

      Ciao cara, grazie! :-* La protezione solare fa parte solo della routine mattutina, la sera ovviamente non serve applicarla! Quello che ti fa strano è mettere prima la crema e la protezione solare perchè faresti l’opposto? Io la metto sempre come ultimo step prima di procedere con il makeup! :)

  • Reply Caterina Sosso 23 aprile 2017 at 0:28

    Stra interessante questo approfondimento! Io ho provato solo una maschera coreana; per ora non sono troppo attirata dai loro prodotti, ma è interessante vedere quanti step in più hanno inserito nella loro skincare. :)

  • Reply Giulia 23 aprile 2017 at 16:09

    Ho trovato questo articolo veramente molto interessante: oltre a contenere tanti spunti per fare qualche coccola in più alla mia pelle, è interessante anche perché spiega in modo molto stuzzicante cosa sta dietro ai passaggi di questa routine! Personalmente non ho mai provato una essence, sono molto curiosa di provarla! Consigli? Continua così, i tuoi articoli sono sempre molto interessanti!

    • Reply the life of a bee 23 aprile 2017 at 20:45

      Ciao Giulia, ne sto provando giusto una in questo periodo, è di Benton e mi sta piacendo molto! Ve ne parlerò presto, tra l’altro si può acquistare su un sito italiano (Mybeautyroutine.it), quindi meglio di così! :)

  • Reply Sara fatina 23 aprile 2017 at 22:33

    Sono d’accordo con te, tutto dipende dal tipo di pelle che una ha e solo procedendo per tentativi si può capire quale sia la miglior skincare routine da seguire. Detto ciò mi sa che la mia pelle qualche cromosoma asiatico ce l’ha vista la facilità a disidratarsi 😀
    Sono curiosa di scoprire i prodotti! :)

    • Reply the life of a bee 26 aprile 2017 at 8:51

      Arriverà presto anche il prossimo articolo! :) Se hai la pelle secca potresti provare le famose sleeping mask asiatiche, maschere che si tengono in posa tutta la notte! Mi incuriosiscono molto!

  • Reply Ilenia 24 aprile 2017 at 16:50

    Articolo interessantissimo Vale! Io mi sono appassionata di recente a questo tipo di routine e piano piano sto integrando i vari step. La mattina non sempre ce la faccio, sia per tempistiche, sia perché mettere un paltone sotto al trucco prima di andare a lavoro, con la pelle mista mi dà troppo fastidio proprio a livello di sensazione sul viso.
    Recentemente ho visto anche dei video in merito, proprio per capirci qualcosa e le informazioni erano pressoché le stesse, però sono contenta che tu abbia aggiunto le differenze tra asiatiche ed europee. Non ne avevo ancora mai sentito parlare. Fortunelle loro che invecchiano più tardi e meglio U_U
    Un bacione :-*

    • Reply the life of a bee 26 aprile 2017 at 8:52

      Ciao Ile! Al mattino spesso e volentieri diventa difficile anche per me eseguire tutti gli step previsti, ma la sera mi piace prendermi il mio tempo e coccolare il viso a lungo con vari trattamenti! :) Un abbraccio!

  • Reply Linda 25 aprile 2017 at 10:26

    Che articolo interessante Vale! Sei stata molto chiara e ovviamente ora aspetto trepidante il post sui prodotti specifici :)
    Scorrendo i vari passaggi di questa routine, ho scoperto che molti step li eseguo da tempo :)

    • Reply the life of a bee 26 aprile 2017 at 8:53

      Allora siamo entrambe molto diligenti, eh eh!! L’articolo successivo arriverà presto, sto finendo di testare alcuni prodotti che mi piacerebbe inserire! :)

    Leave a Reply