Ciprie, Neve Cosmetics

FLAT PERFECTION GLASS GLOW – NEVE COSMETICS

24 Giugno 2020
glass glow neve cosmetics recensione swatch

FLAT PERFECTION GLASS GLOW – NEVE COSMETICS

Unire l’impalpabilità di una cipria alla luminosità trasparente del più naturale degli illuminanti? Con la nuova Flat Perfection Glass Glow, Neve Cosmetics ha accettato (e a mio parere vinto) questa sfida cosmetica non facile.

È stata realizzata per fissare il make-up, donando al tempo stesso una nuova luce all’incarnato grazie ai suoi delicati riflessi duochrome. Può essere utilizzata sia su tutto il viso sia solamente in punti strategici come fronte, naso, zigomi e arco di cupido.

All’occorrenza può essere applicata anche sulla pelle nuda, per enfatizzare l’effetto “glass skin” tanto amato dalle seguaci della k-beauty, la cosmesi coreana sempre in prima linea in fatto di nuove tendenze.

Scopriamola insieme, buona lettura!

Se volete acquistare i prodotti del brand usufruendo di uno SCONTO DEL 10% (CUMULABILE ANCHE CON LA PROMO IN CORSO E VALIDO SU TUTTO IL CATALOGO) potete accedere al sito ufficiale di Neve Cosmetics cliccando qui e inserire il codice VALENTINA10. Codice senza scadenza, riutilizzabile, affiliato.

FLAT PERFECTION GLASS GLOW – IL CONCEPT

glass glow

È una cipria.

È un illuminante.

È la pelle nella sua versione più pura e splendente.

Ha la trasparenza del vetro colato e la texture delle nuvole.

La nuova Flat Perfection Glass Glow di Neve Cosmetics è il frutto di una sfida che il brand ha desiderato cogliere al volo: dividere la luce in un doppio riflesso duochrome, trasformarla in una polvere talmente sottile e trasparente da risultare quasi cremosa, darle una profumazione evocativa ed infine compattarla in un delizioso portacipria minimal.

L’intento è stato quello di realizzare una cipria che fosse molto di più di una classica fixing powder: una polvere in grado di prolungare la tenuta del make-up ma che al tempo stesso potesse regalare una luminosità naturale e diffusa, ricreando il tipico effetto della “glass skin” alla coreana.

Cos’è la glass skin?

La cosmesi asiatica è sempre fonte di nuove tendenze in ambito beauty. Abbandonato il trend dell’effetto glow, è subentrato un nuovo ideale di bellezza: una pelle pulita, senza pori visibili, traslucida, luminosa, come un pezzo di vetro appunto.

Per poter ricreare questo effetto con il make-up non è sufficiente ricorrere ai classici illuminanti: è necessario utilizzare prodotti caratterizzati da polveri estremamente micronizzate, che non fanno strato sul viso e che si fondono perfettamente con l’incarnato dando la sensazione che il bagliore luminoso provenga proprio dalla pelle stessa.

Questo è stato l’obiettivo che Neve Cosmetics si è prefissata di raggiungere quando ha ideato la nuova Flat Perfection Glass Glow.

Vediamola nel dettaglio.

FLAT PERFECTION GLASS GLOW – TEXTURE E APPLICAZIONE

glass glow neve cosmetics recensione swatchLa texture è sicuramente uno dei punti di forza della nuova Glass Glow: la macinatura molto fine rende la cipria quasi cremosa al tatto.

Sebbene si possa essere tentate di applicarla in punti strategici prelevandola con il polpastrello (per intensificarne l’effetto) vi consiglio di ricorrere anche in questo caso ad un pennello, stratificando di volta in volta il prodotto. Ho notato che l’applicazione mediante le dita rischia di comprometterne l’effetto etereo ed evanescente.

glass glow neve cosmetics recensione swatch

glass glow neve cosmetics recensione swatch

A seconda dell’utilizzo che desiderate farne potete utilizzare strumenti differenti:

  • volendola usare come fixing powder illuminante su tutto il viso è possibile applicarla con un powder brush, tra i miei preferiti ci sono il Crystal Maxibuki e l’Azalea Powder (che trovate recensito in questo articolo).
  • se si preferisce stratificare il prodotto andando ad enfatizzare solo alcune zone del viso (come fronte, naso, zigomi e arco di cupido) è possibile ricorrere ad un pennello ad hoc, come ad esempio il Magenta Sculpt o lo Sky Corrector dalle dimensioni più contenute.

glass glow neve cosmetics recensione swatchIl packaging è quello tipico delle ciprie Flat Perfection di Neve Cosmetics: una confezione rotonda, madreperlata, molto maneggevole e dotata di pratico specchio interno, contenente 8 grammi di polvere compatta. Non a caso la linea Flat Perfection è nata da un concetto di armonia e scorrevolezza, per il suo pack dalle linee pulite ed essenziali i designer del brand si sono ispirati alle pietre levigate dei giardini zen.

glass glow neve cosmetics recensione swatchPer quanto riguarda il finish risulta difficile non lasciarsi affascinare dai riflessi duochrome che caratterizzanno la Glass Glow. La sua satinatura vira dal dorato al rose gold a seconda di come viene colpita dalla luce.

glass glow neve cosmetics recensione swatchPer quanto venga stratificata il risultato sarà sempre molto naturale, come se la luminosità provenisse direttamente dall’interno.

Ammirato sotto la luce diretta del sole ovviamente il prodotto dà il meglio di sè:

glass glow neve cosmetics recensione swatchE’ una cipria sfruttabile durante tutte le stagioni dell’anno e in grado di adattarsi a tutte le tipologie di incarnato. E’ versatile e unica nel suo genere.

In passato ho acquistato diverse ciprie illuminanti del brand, ma nessuna è equiparabile a mio avviso alla Glass Glow:

  • Cipria Illuminismo: regala riflessi dorati, sebbene non si tratti di un oro a base gialla, bensì più di un rose gold (come si può intuire anche dal colore della polvere). Il potere riflessante è inferiore a quello della Glass Glow.
  • Cipria Perfect Silky: ha un sottotono rosato, sebbene non tenda ad alterare il colore della base viso. Più riflessante della Illuminismo, ma non raggiunge l’evanescenza e l’ “effetto vetro” che regala la Glass Glow.
  • Cipria Dewy (non più in catalogo): è una cipria che ho usato molto volentieri fino alla sua uscita di produzione. Era caratterizzata da una satinatura bianca. Ispirata alla rugiada, donava un riflesso molto delicato e trasparente.
  • Cipria Alabaster Touch: alcune di voi mi hanno chiesto un paragone tra le due, ma trovo che non sia possibile effettuarlo a prescindere perchè la texture dell’Alabaster è completamente differente (molto cremosa e dalla macinatura meno sottile) così come la base colore (la Alabaster è una cipria a base spiccatamente gialla se paragonata alla Glass Glow). Se desiderate comunque approfondire le caratteristiche della Alabaster Touch trovate tutte le info in questo articolo.

Cosa ne penso del suo potere fissante?

Come sapete ho una pelle mista e devo ricorrere, specialmente nella stagione più calda, a delle ciprie che possano garantire una buona tenuta del make-up e che abbiano possibilmente un effetto opacizzante.

Per via della sua satinatura e del finish luminoso, la nuova Glass Glow non si può considerare una cipria opacizzante. Lavora, tuttavia, molto bene in veste di fixing powder: essendo a base di talco risulta avere un buon potere assorbente, senza seccare la pelle. Non evidenzia rughette o segni d’espressione, è talmente sottile da risultare impalpabile sul viso.

Regala soddisfazioni anche usata sul contorno occhi: correttore fissato e zona perioculare illuminata e radiosa in un solo gesto!

FLAT PERFECTION GLASS GLOW – LA FORMULAZIONE

glass glow neve cosmetics recensione swatchConcludo con una breve considerazione in merito all’INCI, che risulta essere il seguente:

Talc, Mica, Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Magnesium Stearate, Caprylyl Glycol, Cetearyl Ethylhexanoate, Magnesium Myristate, Tin Oxide, Parfum (fragrance). May Contain (+/-): Ci 77891 (Titanium Dioxide).

Si tratta di una cipria in polvere pressata dalla formula silicone-free, vegetariana e vegana.

Come potete notare al primo posto nell’Inci compare il Talco (seguito subito dopo dalla Mica, un’altra polvere minerale).

Il Talco è un composto di origine minerale: è molto diffuso in natura e per questo motivo è facilmente reperibile. Per quanto riguarda le sue funzioni in ambito cosmetico, è noto per il suo elevato potere sebo-assorbente e per la sua capacità di aumentare l’adesività di pigmenti, fondotinta e polveri viso.

E’ un ingrediente da sempre piuttosto dibattuto. Ovviamente il Talco contenuto nei prodotti di make-up è differente da quello che popola l’immaginario collettivo e che si utilizza per esempio per i neonati. Questo è importante sottolinearlo perchè il dibattito sul Talco interessa entrambe le “versioni”.

Alcuni sostengono che occluda i pori, quando in realtà -se la pelle non è oggetto di una detersione accurata- tutti i cosmetici che contengono polveri inerti sono potenzialmente occlusivi, non solo quelli contenenti Talco.

La purezza del Talco, poi, è fondamentale perchè sebbene sia una materia prima a basso costo, c’è il rischio che venga utilizzato miscelato ad altri ingredienti (come particelle di amianto) per abbattere ulteriormente i costi. Famosa fu l’indagine della FDA (Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa di vigilare sui prodotti alimentari e farmaceutici), che nel 2012 volle analizzare il talco contenuto nei cosmetici di 9 diverse aziende statunitensi: solo 4 di queste acconsentirono.

Si dibatte da anni anche sulle possibili conseguenze della sua inalazione: come tutte le polveri sottili, se respirato con costanza e in dosi elevate, potrebbe causare danni ai polmoni, quindi durante il suo utilizzo (sopratutto di quello ad uso dermatologico per bambini) bisognerebbe trattenere il respiro per qualche secondo e allontanarsi dalla “nuvola” di prodotto, qualora si formi. Negli Stati Uniti un caso legale ha addirittura sollevato il dibattito su un possibile legame tra l’uso di cosmetici per le zone intime contenenti talco e il rischio di insorgenza del cancro ovarico.

Ovviamente, come in tutti di dibattiti, è bene ridimensionare gli allarmismi e fare valutazioni ponderate e “intelligenti”.

Partiamo dal presupposto che la maggior parte dei cosmetici non presenta Talco in quantità tali da causare conseguenze negative per la salute.

Per quanto riguarda il Talco in ambito extra-cosmetico, l’evidenza della sua sicurezza è espressa da tutte le principali organizzazioni mondiali di tossicologia, ed il fatto che i dati e gli studi scientifici non permettano di identificare il talco come una sostanza che provoca il cancro è una conclusione ampiamente confermata, oltre che dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle americane FDA – Food and Drug Administration e NTP – National Toxicology Program, anche da molti studi epidemiologici indipendenti che sono apparsi nella letteratura scientifica fin dai primi anni ’90.

Quindi:

  • per quanto riguarda il talco presente nei cosmetici, vi invito a valutare l’ingrediente prevalentemente in relazione alla sua azione sulla vostra pelle. Qualcuna potrebbe trovarsi bene (come nel mi caso), altre potrebbero ritenere eccessivo il suo potere opacizzante e sebo-assorbente. Ciascuna di noi ha una pelle differente e ovviamente deve scegliere i prodotti che contengono gli ingredienti più performanti per le proprie esigenze.
  • per quanto riguarda il talco più o meno puro, presente nei prodotti per il corpo, lascio a voi le valutazioni in merito al suo utilizzo. Il Talco non è nè il primo nè l’ultimo ingrediente che negli anni è stato messo sotto inchiesta. Sappiate che se non desiderate utilizzarlo, esistono delle valide alternative (una su tutte, l’amido di mais).

Visto che stiamo parlando degli ingredienti che caratterizzano le ciprie, vi lascio qualche informazione anche sugli altri maggiormente utilizzati:

  • Mica: è una perla inorganica con un alto indice di refrazione, in commercio ne esistono di diverse tipologie, sia perlate che completamente opache. E’ particolarmente indicata per le pelli secche, in quanto non assorbe nè acqua nè olio.
  • Silica: è un minerale dall’ottimo potere assorbente che caratterizza tutte le ciprie HD. Per via del suo elevato indice di refrazione, bisogna dosare con cautela le ciprie che lo contengono, il rischio è quello di ottenere il temuto “effetto flashback”, ovvero l’effetto sbiancante nelle zone in cui abbiamo applicato il prodotto in seguito all’illuminazione del minerale da parte del flash della macchina fotografica.
  • Caolino: è la famosa argilla bianca, perfetta per opacizzare l’incarnato risulta la più indicata per le pelli sensibili.

In questi articoli trovate recensite altre ciprie Neve Cosmetics, con swatches e comparazioni:

glass glow neve cosmetics recensione swatchLa nuova Flat Perfection Glass Glow è già disponibile sul sito ufficiale Neve Cosmetics, in offerta lancio al prezzo di 11,92 euro con spese di spedizione gratuite fino al 30 Giugno.

Se volete usufruire di uno SCONTO EXTRA DEL 10% (CUMULABILE CON LA PROMO IN CORSO E VALIDO SU TUTTO) potete inserire il codice VALENTINA10. Codice senza scadenza, riutilizzabile, affiliato.

Ricordo a tutte le nuove lettrici che potete trovarmi su:

  • Instagram, con preview, anticipazioni sulle ultime novità del mondo della cosmesi biologica e del makeup (sia naturale che tradizionale), swatches e offerte.
  • Facebook
  • Potete iscrivervi -nella homepage o qui sotto nei commenti- alle “Bee News” (il servizio di newsletter del blog) per restare sempre aggiornati su novità, promo e sconti dedicati dagli e-commerce e dai brand partner.
  • In questa pagina trovate tutti i codici sconto disponibili offerti dai partner del blog, buono shopping!

#GlassGlow #FlatPerfection #NeveCosmetics #adv #thelifeofabee

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply Anna R. 24 Giugno 2020 at 14:36

    Questa nuova cipria sembra avere molte proprieta’! Sono proprio curiosa e la proverò sicuramente🤗

  • Reply Luisa 24 Giugno 2020 at 14:39

    Non amo le ciprie, ma questa di NEVE é davvero promettente ☺☺☺

  • Reply Fra 24 Giugno 2020 at 20:09

    Mi sembra una cipria davvero ottima, devo provarla

  • Reply Vissia 24 Giugno 2020 at 20:23

    Vale sono molto tentata! Grazie per l’articolo molto dettagliato anche in merito al talco!

  • Reply Cristiane 24 Giugno 2020 at 20:35

    Sembra perfetta per la stagione, mi piacerebbe provarla.

  • Reply Maria 24 Giugno 2020 at 23:18

    La texture delicata di questa cipria, così come mostrata in foto e descritta, è necessariamente legata ad una qualità che traspare subito da questa recensione. Penso proprio che la proverò. Il difficile sarà trovare la tonalità più giusta visto il mio chiarissimo colore di pelle.
    Maria Domenica

    • Reply the life of a bee 25 Giugno 2020 at 9:47

      Ciao Maria, la Glass Glow è disponibile solamente in una tonalità unica, che si adatta a tutte le tipologie di incarnato. Dona una luminosità trasparente e naturale. Se il tuo è particolarmente chiaro non avrai difficoltà nell’utilizzarla 🙂

  • Reply Manuela 25 Giugno 2020 at 8:03

    Non mi trucco tanto ma un tocco di cipria lo uso sempre e proverò anche !

  • Reply Cristina 25 Giugno 2020 at 10:31

    Wooow ma è meravigliosa 😍 devo prenderla quanto prima

  • Reply mary 25 Giugno 2020 at 13:58

    proprio bella la tonalità di questa cipria, devo assolutamente provarla

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Logo | The Life Of A Bee
    Vorresti conoscere meglio il mondo della cosmesi naturale e del make-up?
    Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sulle ultime novità, codici sconto attivi, recensioni dettagliate e approfondimenti.
    Ti aspetto!